Impatto del Sildenafil sulle cellule di grasso Studiato

Apr 25, 2013 by     No Comments    Posted under: Disfunzione Erettile

Curare l’obesità è una delle più grandi sfide per la società moderna, e di metodi sia scientifico e non scientifico per perdere peso sono spesso citati nei media mainstream. Uno non convenzionale scoperta scientifica che ha guadagnato l’attenzione di recente è il suggerimento che il sildenafil (il principio attivo del Viagra) potrebbe essere utile per trattare l’obesità nell’uomo. In questo articolo diamo un approccio critico allo studio dietro a questi risultati.

Lo studio, che è stato pubblicato in Federazione delle Società Americane di Biologia Sperimentale, è stato uno studio su animali che utilizza entrambi i topi e le cellule nei topi per indagare l’effetto che un messaggero di segnalazione chiamata cGMP avrebbe sul tessuto adiposo. È importante notare che lo studio non era esclusivamente collegato con l’effetto di sildenafil sulla tessuto grasso, e altri esperimenti in questa pubblicazione considerati aspetti alternativi di cGMP sulle cellule adipose. Per quanto riguarda gli esperimenti sildenafil si è ipotizzato che se sildenafil può effettivamente bloccare un enzima noto per abbattere cGMP, poi l’aumento dei livelli di cGMP potrebbero essere considerati a contribuire a potenziali cambiamenti nelle cellule adipose.

Nel complesso, l’esperimento sildenafil durò sette giorni. Durante questo periodo i topi sono stati divisi in due gruppi, con un gruppo essendo dato 12mg/kg sildenafil e l’altro gruppo viene dato un placebo contenente 0,9% di sale. Questi trattamenti sono stati somministrati ogni giorno. Una volta che i trattamenti erano finiti, i ricercatori hanno confrontato cambiamenti di peso e composizione corporea prima e dopo il trattamento fra i gruppi. In aggiunta a ciò i ricercatori hanno anche esaminato campioni di tessuto prelevati da regione addominale dei topi. I principali risultati indicano che la composizione e il peso corporeo non è stata influenzata in entrambi i gruppi. Tuttavia, l’osservazione dei campioni di cellule addominali suggerito che, per i topi nel gruppo sildenafil, le cellule adipose bianche erano cambiate di avere alcune caratteristiche di tessuto adiposo bruno (noti per la loro capacità di generare calore dal grasso). Sulla base di questo, i ricercatori hanno sostenuto che il sildenafil potrebbe contribuire a “doratura” di cellule di grasso bianco, che potrebbe essere utile per considerare trattamenti dell’obesità.

Anche se questo studio ha delineato un’ipotesi intrigante per il meccanismo di fondo di doratura, è chiaro che i molti limiti dello studio hanno dimostrato che i risultati sono troppo piccoli e troppo recente per giustificare le conclusioni. Il fatto che i risultati non possono essere estrapolati per l’uomo a questo punto è ovvio dato che si trattava di uno studio sugli animali che ha avuto una durata molto breve. Allo stesso modo, diversi fattori come ad esempio se tutti i topi erano obesi, di età dei topi e dei livelli di tolleranza allo stress che potrebbero aver contribuito a reazioni differenti tra i due gruppi non sono stati specificati, rendendo così più difficile da escludere spiegazioni alternative.

Che cosa si è distinto più per noi quando leggendo l’articolo era l’assenza di due distinzioni in particolare. Il primo è stato il fallimento dei ricercatori di fare una distinzione tra le cellule imbrunimento e cellule brune nel discutere i loro risultati, rendendo così difficile sapere se la loro capacità di creare calore dal grasso viene da un processo identico ed è paragonabile ad altri studi di marrone cellule. Di conseguenza, questa omissione ha portato la forza principale dello studio di spiegare un rapporto sottostante tra le cellule di sildenafil e di grassi che diventano oggetto di più domande che risposte. La seconda distinzione era il fatto che i ricercatori hanno dato ai topi dosi molto elevate di sildenafil, che erano molto superiori alle attuali dosi prescritte per il trattamento della disfunzione erettile nell’uomo. Questo, naturalmente, ci ha fatto meraviglia per i quali si progettano questo trattamento e dove il valore delle bugie che trovano.

Se dosi elevate rischiano di essere considerati inadatti per gli esseri umani, quindi sono ancora più improbabile che sia un prescritto dalla maggior parte dei medici. Mentre i risultati di questo studio possono aumentare la speranza, è importante sapere che sono ben lungi dall’essere stabilito fatti nella comunità scientifica e ancora di più di essere considerati trattamenti sicuri ed affidabili nella comunità clinica. Si può leggere di più sullo studio qui.

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

You must be logged in to post a comment.